Homo homini lupus

Quanta gente gongola! Tanti godono a vedere il volto di un uomo ricoperto di sangue. Come sciacalli e avvoltoi che anelano alla preda; abituati a cibarsi di carogne stanno lì, appollaiati, sperando che finalmente arrivi una morte. Non conoscono altri metodi che la violenza; fisica o verbale, non importa, purchè violenza. Si radunano, si cercano, si ritrovano, come iene per spartirsi la preda o, almeno, per odorarne il sangue. E ridono. Di un riso sardonico, gelido, da lupo. Homo homini lupus. Uomini lupi per altri uomini.

Non fanno paura; sono solo dei poveracci, anche se si fregiano del titolo di “Onorevole” sono dei mentecatti, traditori dell’umanità che si ritrovano addosso. Poveracci, appunto. Avidi di Potere e di pecunia, invidiosi di chi ce l’ha. La lotta di classe non è finita; sulla loro bocca è evidente il livore e l’odio, la bava si ferma agli angoli delle labbra. Sintomo inequivocabile. Come i talebani amano più la morte che la vita, barricati nella loro gelida dimora di odio non ammettono altro. E nemmeno l’Altro. Non praevalebunt; non vincerete. Siete sconfitti già da ora, vi date la zappa sui piedi e non ve ne accorgete. Poveretti. Senza scherno lo dico, ma con dolore. Considerate la vostra semenza
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza”

Ma voi amate i truogoli; invece di guardare alle stelle, cioè al vostro Destino, vi accontentate della merda. Niente istruzioni per l’uso per voi; i consigli per gli acquisti ve li forniscono altri. E voi eseguite. Capre! E caproni. La vedo nera… Per voi. Non lasciate che l’ideologia vi fotta; guardate al vostro cuore – il cuore non mente. Mai – . Non si puo’ giocare ai rivoluzionari per tutta la vita. Nessun politico, nessun governo ci puo’ dare la felicità. Giochiamoci la libertà di cui siamo dotati. Ne va del nostro essere uomini. Ragionevoli. Le battaglie, quelle vere, si fanno con altri criteri. Primo criterio è vivere. Con dignità. Che dignità vi puo’ essere in un’aggressione così vigliacca? Malato di mente… Allora lo siamo tutti. Chi esegue e chi incita. Ma siamo tutti dei Pilato; condanniamo e ci laviamo le mani; magari davanti ai mezzi televisivi, e sui giornali. Nessuno ha colpa… Ma siamo tutti colpevoli!

Homo homini lupusultima modifica: 2009-12-14T01:05:48+01:00da ritina5
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Homo homini lupus

  1. mio malgrado anche io lo sono, quando irrido l’avversario, quandom non lo ascolto quando alzo la voce, e quando per dio potrei almeno dirgli non ti capisco non accetto quel che dici ma lo accetto e rispetto, troppe volte ho invece accusato (anche se son convinto che avessi ragione…), me comunque o accusato, e altre cose non o voluto vederle, purtroppo anche io sono colpevole, ciao buona serata…

  2. Questo che dici mi rincuora, non tutto è perduto, si puo’ e si deve agire da uomini e non da bestie; certo ci si incacchia quando occorre, ma senza passare i limiti, e sempre considerando chi non condivide la tua opinione un avversario, un oppositore, mai un nemico da abbattere! Ciao, buona serata anche a te!

Lascia un commento